Maremma Toscana
Terme, natura e storia
La Maremma d’amare

La Maremma Toscana è un territorio affascinante, selvaggio e romantico allo stesso tempo. Abitata fin da epoche antichissime, tutt’oggi custodisce preziose testimonianze del suo passato etrusco e romano. La Maremma è una delle mete turistiche più affascinanti del centro Italia, nota per la bellezza della sua natura, pura e incontaminata, per la sua storia dei suoi borghi.

Un luogo tutto da scoprire, al confine con Umbria e Lazio, che offre possibilità di svago in tutti i mesi dell’anno. La caratteristica principale della Maremma è la varietà del suo territorio: dal mare cristallino della Costa dell’Argentario, ai monti ricoperti da fitti boschi dell’Amiata, passando per zone lacustri e pianeggianti, fino alle verdi colline coltivate e zone termali naturali come le Cascate del Mulino a Saturnia.

Oltre i confini
Quando si parla di Maremma, non si parla solo di Toscana. Questo lembo di terra nota anche come antica Etruria, è una terra di mezzo inclusiva legata anche alle realtà regionali limitrofe. Per ragioni storiche e non solo, la Maremma è collegata con la zona dell’Alta Tuscia nella quale si trova il Lago di Bolsena e alcuni borghi caratteristici come Civita di Bagnoregio.

La Maremma da assaporare
La Maremma è indubbiamente una parte della Toscana da visitare, perché molto ha da offrire anche sotto il profilo dell’enogastronomia. La cucina maremmana è fatta di piatti semplici e tradizionali realizzati con prodotti locali e stagionali di altissima qualità, ma anche di vini, oli e formaggi dal gusto unico. Il piatto più rappresentativo è l’acquacotta, simbolo della tradizione contadina di questa terra, da gustare accompagnata da due eccellenze enologiche come il Morellino di Scansano e il Bianco di Pitigliano.

Torna su