Monte Amiata
Monte Amiata

L’Amiata è un antico vulcano spento che raggiunge 1738 metri s.l.m, nonché nota stazione sciistica che attrae numerosi turisti e amanti della natura e degli sport all’aria aperta. L’Amiata è il monte più alto della Toscana meridionale ed è ricoperto da fitti boschi di castagni, abeti e faggi. Un luogo affascinante ricco di storia, arte e natura. Compreso nelle province di Grosseto e Siena, domina dall’alto sulla piana della Maremma e sulle dolci colline senesi.

I borghi dell’Amiata

Sono tanti i luoghi da visitare in questa località montana partendo dai suoi caratteristici borghi, ideali come meta per una gita fuori porta all’insegna della storia e della buona tavola.

Tra i più interessanti da visitare e facilmente raggiungibili per chi soggiorna nella nostra struttura suggeriamo:

Santa Fiora, la città dell’acqua nonché sede di uno dei più lussureggianti antichi giardini appartenuto ai conti Sforza;

Arcidosso, classico borgo medievale arroccato sulla sommità di un piccolo rilievo montuoso, dominato dal pittoresco castello Aldobrandesco, che ricorda quello delle fiabe;

Castel Del Piano un antichissimo borgo appartenuto all’Abbazia di San Salvatore e oggi noto per il celeberrimo ‘Palio delle Contrade’. Una manifestazione folkloristica di grande valore che si svolge ogni anno l’8 settembre in occasione della festività di Santa Maria delle Grazie.

Attività e luoghi da visitare:

Parchi

Parco Faunistico del Monte Amiata
Parco Faunistico del Monte Amiata è una riserva naturale protetta che si estende per 200 ettari nel comune di Arcidosso.
L’obiettivo del Parco Faunistico è salvaguardare la fauna locale, per questo qui è possibile avvistare gli animali selvatici che vivono in completa libertà, osservandoli da lontano seguendo i percorsi guidati. Questo parco è perfetto sia per una passeggiata in famiglia, ma anche per gli appassionati di trekking. All’interno della riserva vi sono una miriade di percorsi tra cui uno di circa 3 ore che conduce fino alla vetta del Monte Labbro dove si trovano i resti della Torre Giurisdavidica dedicata al profeta dell’Amiata David Lazzaretti.

Giardini D’Autore

Il Giardino di Daniel Spoerri
Il Giardino di Daniel Spoerri è un suggestivo parco monumentale situato alle porte di Seggiano nella frazione di Pescina. Un angolo di paradiso di 16 ettari ideato dall’artista svizzero Daniel Spoerri che ha trasformato una semplice tenuta, sulle pendici del Monte Amiata in un giardino delle meraviglie. All’interno del giardino si trovano 113 installazioni di 55 artisti differenti che si susseguono tra alberi, arbusti e olivi.Il parco monumentale è aperto al pubblico da aprile a ottobre dal venerdì alla domenica.

Parco divertimenti
Indian Park
Indian Park è parco avventura situato a soli 5 km dalla vetta del Monte Amiata in località Prato delle Macinaie nel comune di Castel Del Piano. Un parco avventura nel cuore dell’Amiata con giochi tarati in base all’età che si estendono per due ettari tra faggi e abeti. L’indian Park propone 5 percorsi diversi per adulti e 3 per i bambini.
Ogni percorso è preceduto da un briefing esplicativo da parte degli istruttori per imparare come manipolare i moschettoni in dotazione. Poi si procede in autonomia a partire dai percorsi più facili per poi proseguire verso quelli più difficili.

Il ticket d’ingresso dell’Indian Park sono tarati in base al tempo di permanenza nel parco. Gli orari e il listino prezzi sono consultabili visitando direttamente il sito internet amiata.indianpark.it

Musei
Parco Nazionale Museo delle Miniere dell’Amiata
Il Parco Nazionale è delle realtà maremmane tra le più suggestive. Un luogo dove cultura, storia e tradizione delle antiche società locali emergono evidenti arricchendo il visitatore.
“Parco Nazionale Museo delle Miniere dell’Amiata” è nato nel 2002 e tra i suoi compiti, oltre alla messa in sicurezza, il recupero dei manufatti e la tutela ambientale dei siti minerari dell’Amiata, ha di conservazione degli archivi, della promozione degli studi della raccolta delle testimonianze e della valorizzazione ai fini turistici del territorio del Parco. In questi anni sono stati realizzati molti interventi volti alla conservazione e al recupero delle strutture minerarie amiatine, oltre ad attività di studio, ricerca e raccolta di testimonianze orali sul lavoro e la vita in miniera.

Del Parco fanno:
-Il Museo Minerario di Abbadia San Salvatore che permette di visitare le miniere da cui fu estratto il mercurio dal 1899 al 1972.
– Il Museo delle Miniere di Mercurio del Monte Amiata, sito nella piazza Garibaldi di Santa Fiora. Un percorso espositivo che si snoda su sei sale attraverso le quali è possibile ripercorrere l’attività mineraria e le vicende ad essa legate che fortemente hanno caratterizzato il Monte Amiata tra ’800 e ‘900

Parco Nazionale Museo delle Miniere dell’Amiata è aperto tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 13.30
Per maggiori dettagli consultare il sito parcoamiata.com

Museo di Arte e Cultura Orientale (MACO)

MACO è il Museo di Arte e Cultura Orientale ideato e progettato dal Prof. Namkhai Norbu ad Arcidosso. All’interno di questo museo si trova la collezione privata del presidente Comunità Dzogchen Internazionale, della Fondazione Shang Shung, di ASIA Onlus, composta da opere d’arte e reperti etnografici sulla sulla cultura himalayana e centro asiatica. Il MACO è situato nell’ex cancelleria del Castello Aldobrandesco di Arcidosso e nasce con l’obiettivo di conservare e promuovere la Collezione Namkhai e divulgare il valore del patrimonio culturale orientale e himalayano.

Torna su